12 - Bartolomeo Biscaino (Genova 1632 – Ivi 1657) Mosè salvato dalle acque

12 - Bartolomeo Biscaino (Genova 1632 – Ivi 1657)  Mosè salvato dalle acque

Acquaforte
misure lastra mm 185 × 240

Pittore ed incisore formatosi presso il padre Giovanni Andrea, pittore di modesto talento. E’ stato alunno di Valerio Castello e ha guardato all’opera di G. B. Castiglione e Parmigianino subendone evidenti influssi. Le sue composizioni composte ed eleganti si contraddistinguono per un segno rapido e delicato. Del soggetto esiste un disegno preparatorio con diverse varianti conservato a Palazzo Rosso. L’artista ha affrontato più volte il tema, ci restano oggi due dipinti con il medesimo soggetto ma con una composizione differente. Esemplare in II/VIII stato con l’indirizzo di Daman (Bologna 1650 circa) ma prima di quello dei Remondini. Da notare che non si conoscono esemplari nel I/VIII stato citato solamente dallo Zani. Impressione eccellente, ben contrastata, foglio rifilato lungo la battuta della lastra. Ottimo stato di conservazione. Al verso a penna “Biscaino n 46”, probabilmente scritta di collezionista databile al secolo XVIII.

Bibliografia: Le Blanc ,2; T.I.B., 47, 2 (183); commentary 47 part 1, 002 S2.

Richiesta: € 1300,00