7 - Sisto Badalocchio (Parma 1585 – Bologna 1647 c.) Pan e Eros

Acquaforte
Misure lastra mm 186 × 162

Pittore ed incisore allievo di Agostino Carracci. Ha inciso circa 350 incisioni da Correggio, Raffaello e Lanfranco per la maggior parte con soggetti religiosi.
Il soggetto deriva da un dipinto di Agostino carracci in Palazzo Magnani a Bologna, l’incisone è ascritta da Bartsch fra gli intagli autografi di Badalocchio. Anche Flaminio Torri ha inciso questo soggetto (T.I.B. 40, 7 [217]), fatto che comprova la popolarità dell’invenzione del Carracci.
La scena rappresenta una lotta tra Pan e Eros. Mentre lo sfondo composto dalla vegetazione è descritto con l’uso di linee di tratteggio parallele, i due personaggi sono invece trattati con una tecnica quasi puntinata che crea degli efficacissimi effetti di chiaroscuro.
In basso al centro la scritta “Gio Marco paluzzi le stampa in piazza navona” non registrata da Bartsch. Questo fatto potrebbe far registrare dunque un nuovo stato.
Impressione eccellente nell’unico stato ( escludendo quanto appena detto sopra ) impressa su carta vergellata coeva. Ottimo stato di conservazione. Minimi margini. Al verso a penna “A.C.”.
Filigrana: lettera “X nel cerchio”

Bibliografia: Bartsch xviii, 354 – 359, n 34; T.I.B. 43 (359).

Richiesta: € 500,00