Cornelis Cort (Hoorn 1533 – Roma 1578) San Gerolamo in preghiera, 1573

Cornelis Cort (Hoorn 1533 – Roma 1578)  San Gerolamo in preghiera, 1573

Bulino
Misure: foglio mm 515 × 383

Pittore ed incisore, pubblica inizialmente presso l’editore di Anversa H Cock, poi si trasferisce a Venezia dove conosce Tiziano ed infine a Roma dove lavora con Agostino Carracci.
Da un soggetto del pittore bresciano Girolamo Muziano (1528 – 1592); quest’ultimo era attivo a Roma nominato da Papa Gregorio XIII Sovrintendente ai lavori in Vaticano. Il soggetto è posto dalla critica in relazione con altri intagli di simili dimensioni raffiguranti Santi eremiti, benché no siaano considerati una serie omogenea.
Impressione eccellente visibile al verso, rifilata lungo la battuta su tre lati e all’interno nel lato inferiore perciò mancante di una parte della fascia bianca. Ottimo stato di conservazione eccetto minimi assottigliamenti al verso e qualche usura lungo il bordo. Esemplare nel II/IV senza l’indirizzo di Breggio ma prima di quello di Giovanni Battista de Rossi (Roma 1601 – 1678, attivo dal 1635 al 1672).

Filigrana: “corona sormontata da una stella”, Heawood 42, carta italiana della fine del XVI secolo.

Bibliografia: Holl. II/IV; Sellink II n 116 II/IV.

Prezzo 950,00 euro