Simone Cantarini Pesaro 1612 – Verona 1648 Sacra famiglia

Simone Cantarini  Pesaro 1612 – Verona 1648  Sacra famiglia

acquaforte
Misure lastra mm 130 × 82

Dopo la prima formazioen a Venezia, Cantarini si trasferisce a Bologna dove assimila la lezione classicheggiante di Guido Reni e si impratichisce nella tecnica incisoria. Attivo poi nelle Marche e a Roma, nel 1642 è nuovamente a Bologna. Tipico soggetto che l’autore affronta in formati e composizioni differenti. Delle sole figure del bambino e della Vergine si conosce un disegno a sanguigna che potrebbe essere inteso come preparatorio.
Esemplare nell’unico stato secondo Bellini, in basso a sinistra nell’inciso “S. C. da Pesaro fe.”. Sempre Bellini suggerisce che l’indicazione da Pesaro potrebbe suggerire che l’incisone sia stata eseguita a Roma nel 1640-1642 quando cioè Cantarini era ancora un artista poco noto.

Impressione eccellente, nitida e ben completa in tutti i tratti, omogenea velatura di fondo. Ampi margini di circa cm 1.

Eccellente stato di conservazione. Al verso nell’angolo superiore sinistro a penna bai 6, il prezzo in Baiocchi cioè nella moneta in uso nello Stato Pontificio fino al 1865; al centro a matita blu £ 1.

Bibliografia: Bartsch 12; Nagler p 409; Emiliani 12; TIB 42; Bellini 31.

Prezzo: 750,00 euro