Secolo XIX

Placido Fabris (Pieve d'Alpago 1802 - Venezia 1859) Fetonte sale sul carro di Apollo/Febo e Dafne

Placido Fabris (Pieve d'Alpago 1802 - Venezia 1859)  Fetonte sale sul carro di Apollo/Febo e Dafne

disegno a penna
Misure foglio 180 × 225

Pittore precoce si forma con T. Matteini e M. Grigoletti all’Accademia di Venezia. Il ritratto fu il soggetto che più gli fu congeniale, ebbe larga fama in patria e fin tanto da ottenere una commessa dallo Zar Nicola I. Artista dal linguaggio internazionale fra neoclassicismo e romanticismo inglese, restauratore, instancabile viaggiatore (Venezia, Trieste, Milano, Londra) e irrequieto artista.

LUIGI CONCONI (Milano 1852 - 1917) Ritratto di Tranquillo Cremona

 LUIGI CONCONI (Milano 1852 - 1917) Ritratto di Tranquillo Cremona

acquaforte e monotipo
Misure lastra mm 133 × 125, foglio

Architetto, pittore e acquerellista. Vivace protagonista della Scapigliatura milanese, affronta il ritratto, la scena storica e raffinati soggetti d’impronta simbolista. Prolifico incisore, insegnante al Politecnico è responsabile della formazione e della diffusione del mezzo incisorio fra i colleghi scapigliati che a lui si rivolgevano per consigli tecnici e per stampare le loro lastre.

Giovanni Battista Quadrone (Mondovì 1844 – Torino 1898) In attenzione

Giovanni Battista Quadrone (Mondovì  1844 – Torino 1898) In attenzione

Acquaforte e velature
Misure lastra mm 100 x 143

Pittore ed incisore dal talento precoce. Si forma presso l’Accademia Albertina di Torino e già espone nel 1863. Si dedica al paesaggio piemontese e sardo e al quadro di costume con un innovativo taglio fra il romantico e il verista. La passione per la caccia traspare nei dipinti e nelle poche ma abili incisioni; è proprio il tema venatorio a sancire il successo dell’artista. Opera incisa nel 1870, firmata in lastra in basso a sinistra sotto il soggetto con il monogramma e per esteso.

Giovanni Fattori (Livorno 1825 – Firenze 1908) Passeggiata militare

Giovanni Fattori (Livorno 1825 – Firenze 1908)  Passeggiata militare

Acquaforte su lastra di zinco
Misure: lastra mm 198 × 144; foglio x

Pittore e incisore, dopo la prima formazione con Giuseppe Bezzuoli e presso l’Accademia d’arte di Firenze, matura un personale linguaggio che è cifra della scuola macchiaiola. La raffigurazione reale dei soggetti attraverso una personale raffigurazione della luce “a macchia”. Il ritratto, i soggetti militari ­ testimonianza dell’interesse verso i fatti risorgimentali ­ e gli scorci di vita vissuta sono i soggetti che impegnano Fattori.

Paolo Caronni (Monza 1779 – Milano 1842)

Paolo Caronni (Monza 1779 – Milano 1842)

Paolo Caronni
Monza 1779 – Milano 1842

1. Europa in riva ad un fiume raggiunta da Venere che tiene per mano Cupido
2.Le compagne di Europa pongono ghirlande sul toro
3.Europa siede in groppa al toro
4. Il toro rapisce Europa nel mare mentre le compagne sulla riva piangono desolate

Acquaforte
Misure mm 725 × 520

Incisore specializzato in bulini di riproduzione formatosi presso l’accademia di Brera a Milano intorno alle atmosfere e alle armonie del Prof. Giuseppe Longhi.

Jean-Francois Millet (Gréville 1814 – Barbizon 1875) La Bouille, 1861

Jean-Francois Millet   (Gréville 1814 – Barbizon 1875)  La Bouille, 1861

Acquaforte
Misure lastra mm 185 × 157

Pittore e incisore. E’ figlio di contadini. Dopo aver manifestato una certa predisposizione per il disegno, all’età di diciannove anni inizia a prendere lezioni da un pittore senza però trascurare il lavoro di famiglia. Grazie alla vincita di una borsa di studio si reca a Parigi per frequentare l’Ecole des Beaux-Arts sotto la giuda di Paul Delaroche.
Nel ’47 partecipa al Salon.

Cesare Biseo (Roma 1843 – Londra 1909) Strada al Cairo

Cesare Biseo (Roma 1843 – Londra 1909)  Strada al Cairo

acquaforte pura
Misure: battuta mm 300 × 208

Pittore ed illustratore, fu allievo del padre Giovanni Battista. Allievo di Fortuny, dopo un soggiorno parigino fu chiamato dal Vicerè d’Egitto per decorare il palazzo reale d’Alessandria. In seguito a tale soggiorno si recò sempre più spesso in Oriente traendone ispirazione per i soggetti dei suoi dipinti. La produzione incisoria è di ottima qualità benché si limiti ad una decina di lastre (Davoli, p 6).

Paolo Troubetzkoy (Intra 1866 – Pallanza 1938) Ritratto di Giovanni Torelli 1896

Paolo Troubetzkoy  (Intra 1866 – Pallanza 1938)  Ritratto di Giovanni Torelli 1896

Grafite su carta
Misure mm 236 × 134

Il Principe Paolo Troubetzkoy nasce a Intra, vicino al Lago Maggiore. Il padre, Pierre Troubetzkoy, era un diplomatico russo. La madre, Ada Winans, era invece pianista.
In giovane età frequenta per un breve periodo gli studi di importanti personalità artistiche quali Giuseppe Grandi ed Ernesto Bazzaro. Entrambi facenti parte della cultura “Scapigliata” lombarda.

FRANCISCO GOYA Y LUCIENTES (Fuendetodos 1746 - Bordeaux 1828) Disparate Volante, 1815

FRANCISCO GOYA Y LUCIENTES  (Fuendetodos 1746 - Bordeaux 1828)  Disparate Volante, 1815

Acquaforte e acquatinta
misure lastra mm 246 × 351, foglio mm 340 × 490

Francisco Goya è una delle personalità più importanti dell’arte europea a cavallo tra XVIII e XIX secolo. Conosciuto soprattutto per la sua opera pittorica, egli è anche – o forse soprattutto – valentissimo e appassionato incisore caustico e violento nel segno e nella scelta dei soggetti, è considerato lo spartiacque fra arte moderna e contemporanea.

Antonio Fontanesi Reggio Emilia 1818 – Torino 1882 Londra: l'Abbazia di Westminster con la Torre Vittoria della Camera dei Lord

Antonio Fontanesi Reggio Emilia 1818 – Torino 1882  Londra: l'Abbazia di Westminster con la Torre Vittoria della Camera dei Lord

Disegno a matitta
misure mm 208 × 149

Pittore, litografo ed incisore piemontese, si è trasferito a Ginevra per imparare la tecnica litografica da Alexandre Calame. Per tale ragione i primi suoi lavori sono stati eseguiti nella città svizzera grazie a committenze locali e raffigurano scorci della città o vedute lacustri. Artista romantico ha viaggiato e esposto fra Parigi, Londra e Tokyo della cui locale Scuola di Belle Arti ha occupato la cattedra di pittura.
Trattasi del disegno preparatorio per il clichè-verre facente parte dell’album “Sketches of London by A.

Condividi contenuti